Informativa Cookie - Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto',
facendo TAP col cellulare o navigando nella pagina acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Leggi l'informativa  
C-Cookie
* * * * * * * * *
Hotel Relais Al Convento
Piazza Regina Margherita, 1
19020 - Vezzano Ligure (SP)
Telelefono 0187 99.44.44
e-mail: info@hotelalconvento.com
Partita iva 01257330116
Società con socio unico

Le Cinque Terre

www.parconazionale5terre.it

Le Cinque Terre, riconosciute dall’Unesco come “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”, sono cinque meravigliosi borghi situati nella parte più occidentale della Riviera Ligure, in uno scenario senza paragoni.

Per vivere al meglio le Cinque Terre si consiglia di utilizzare il treno, il servizio traghetti o i mezzi nautici nel rispetto della riserva marina. In ogni caso il modo migliore è quello di andare a piedi seguendo i sentieri e le scalinate secolari che regalano una vista mozzafiato su un paesaggio conteso tra cielo e mare. Il sentiero più famoso è la Via dell’Amore, tra Manarola e Riomaggiore: a picco sul mare e in parte scavato nella roccia, fa parte del Sentiero Azzurro, che collega, in cinque ore di cammino, Riomaggiore a Monterosso. Tra Vernazza e Corniglia si raggiungono a piedi romantiche calette, mentre spiagge più ampie e attrezzate si trovano a Monterosso.

La zona delle Cinque Terre è attraversata da una fitta maglia di sentieri, oltre a quello costiero, si può scegliere quello più impegnativo sul crinale o verso i Santuari. Gli itinerari sono numerosi e tutti di notevole interesse escursionistico e culturale.

I Borghi

Riomaggiore
Stretto tra due ripide colline terrazzate che scendono al mare in ripide balze, l’antico borgo di Riomaggiore, colpisce il visitatore con le sue case costruite in verticale e deliziosamente colorate, mentre passeggiando tra i vicoli, le volte e le scale del borgo, si resta affascinati dall’alternarsi di luci ed ombre.

Manarola
Un affresco dai colori solari, un paradiso di vitigni ed ulivi, un antico borgo dai colori salini nel quale le case sembrano nascere dalla scogliera della lunga e stretta marina.

Corniglia
Un antico borgo romano con una lunga e ricca tradizione agricola. Arroccato su di una suggestiva scogliera alta un centinaio di metri, Corniglia è l’unico paese ad essere quasi inaccessibile dal mare. Per raggiungerlo bisogna salire “Lardarina”, una lunga scalinata di mattoni (33 rampe con 377 gradini), o percorrere la strada carrozzabile che sale dalla ferrovia. L’abitato, circondato su tre lati da vigneti e terrazzamenti, si sviluppa seguendo la “struttura a nastro” della principale Via Fieschi. Famosi poeti come il Boccaccio e Carducci hanno decantato più volte questo paese soprattutto per il suo vino squisito ovvero il Vernaccia.

Vernazza
Arroccata su di una maestosa ed affascinante scogliera, Vernazza è meravigliosa da raggiungersi via mare. Qui il turista, arrivato al porticciolo nella pittoresca, piccola baia, dominata da un dirupo roccioso e da due antiche torri e racchiusa fra le case dai tenui colori pastello, può visitare la chiesa di Santa Margherita di Antiochia sull’affascinante piazzetta, centro della vita del paese.

Monterosso
È il maggior centro delle Cinque Terre ed è il solo che pur conservando un nucleo di case antiche, abbia creato un nuovo quartiere con alberghi e graziose abitazioni. Il paese è compreso tra due insenature, popolate di case, uliveti, piante di limoni, vigneti e terminanti con una spiaggia. La zona nuova si affaccia sulla conca di Fegina; qui in estate la spiaggia è affollata di bagnanti. L'antico borgo dei pescatori è invece raccolto attorno alla spiaggia di Marina Piccola. Troviamo inoltre la caratteristica Passeggiata delle Agavi, che prende il nome dalle piante che adornano i lati della strada.

Lerici

Situata in una tra le più belle insenature della riviera ligure di Levante, Lerici offre un perfetto connubio fra passato e presente: ricca di testimonianze storico-artistiche e di tradizioni religiose, la cittadina non tradisce la sua fama di centro balneare attrezzato e moderno. Il territorio in cui sorge, meta in ogni tempo di poeti e artisti di grande fama, è stato denominato "Il golfo dei poeti", e con questo appellativo Lerici è conosciuta in tutto il mondo.

Il territorio comunale comprende non soltanto il noto Golfo racchiuso fra i Castelli di San Terenzo e di Lerici, con l'ampia spiaggia della Venere Azzurra, ma anche pittoreschi borghi collinari collegati da sentieri panoramici, baie nascoste e appartate che si aprono nella scogliera, come nella località di Fiascherino, e piccoli gioielli architettonici come Tellaro.

Lerici è mare - tanto da ottenere i prestigiosi riconoscimenti della Bandiera Blu e delle Quattro Vele di Legambiente - ma non solo, Lerici è anche natura. Il suo territorio, infatti, è compreso nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, ampia area protetta dominata dalla macchia mediterranea.

Portovenere

Portovenere è probabilmente uno dei luoghi più incantevoli della nostra Penisola. Proprio per questo la località, assieme alle adiacenti Isole di Palmaria e di Tinetto, è stata inserita nel 1997 tra i Patrimoni Mondiali dell’Umanità dall’Unesco.

Degna di particolare attenzione la chiesa gotica di San Pietro, caratteristica per le strisce bianche e nere, posta su un promontorio roccioso a picco sul mare.
Ai piedi della chiesa, c'è una piccola grotta dedicata al poeta Byron che pare amasse rifugiarsi qui durante i suoi frequenti soggiorni nella zona.
Il 17 agosto si festeggia la Madonna Bianca, patrona del paese e protettrice dei naviganti.
All’interno del paese numerosi vicoli caratteristici rendono suggestive le vie che risalgono in direzione del Castello di San Lorenzo posto proprio sulla cima di Portovenere. All’interno di questa fortezza si svolgono numerose mostre d’arte durante l’intero periodo dell’anno.

Isola Palmaria

Situata di fronte a Portovenere, è separata dalla terra ferma da uno stretto denominato "Le Bocche". Sull'isola sorsero numerosi monasteri di cui oggi però non rimangono resti.
Nella prima metà del 1200 a causa degli attacchi delle truppe pisane, vennero distrutti vigneti, uliveti e fu distrutto anche il borgo di San Giovanni Battista ed il suo monastero.

Oggi l'isola è parco naturale regionale e riserva marina; si può raggiungere con vaporetti o imbarcazioni private ed offre al visitatore l'opportunità di effettuare splendide passeggiate fra il verde rigoglioso e le scogliere a picco sul mare.
I sentieri sono cosparsi di salvia, rosmarino, ginestre, acacie e corbezzolo.
L'isola è inoltre costellata da grotte, le più caratteristiche sono quella dei Colombi, del Bersagliere e la Grotta Azzurra.

Sarzana

Sarzana è decisamente una città da scoprire. Non solo per quanto nascondono le sue vie, le sue piazze, i palazzi e le chiese: ma perché, ancora oggi, sa rinnovarsi di stagione in stagione offrendosi sempre nuova e diversa. “Mari, monti, colline, valli, uliveti, pinete, è veramente una meraviglia” scriveva da Sarzana Alessandro Manzoni alla moglie Teresa nell’estate del 1852. Cosparsa di negozi e botteghe e animata da frequenti mercati e iniziative locali, Sarzana è una cittadina viva e giovane dove non ci si annoia mai.
Provate a salire alla Fortezza di Sarzanello, lungo la mulattiera medievale che parte da via San Francesco, per andare ad ammirare dall’alto tutta la bassa valle del Magra, dall’Appennino alle spiagge di Marinella…

Marinella di Sarzana

Le spiagge di Marinella di Sarzana sono sicuramente la meta ideale per chi vuole trascorrere una giornata di puro comfort balneare. Il litorale di Marinella è formato da un’estesa spiaggia bassa e sabbiosa, con alle spalle le Alpi Apuane. Ampia e ben tenuta la spiaggia è suddivisa in libera e attrezzata, dove si trovano anche alcuni stabilimenti balneari privati.
Una ventilazione costante favorisce chi ha intenzione di passare la giornata disteso sul proprio lettino ad abbronzarsi, leggendo un buon libro o semplicemente ascoltando il suono del mare… La zona è inserita nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, un'area naturalistica con paesaggi molto piacevoli e rilassanti.